Blog

Escursionismo

È in corso la mappatura dei sentieri che si snodano da Rofrano e per il Cilento. Se vuoi saperne di più consulta la pagina Escursioni
Se vuoi aiutarmi con una traccia gpx per la realizzazione di una nuova mappa scrivimi a rofranoblogelinks@gmail.com

Catalogo escursioni mappate

L’acqua ca nu camina feti. L’acqua che non scorre emana cattivo odore. Il proverbio Rofranese è diretto al pigro e vuole invogliarlo a camminare.

Scanno del Fuoco
1205 m.s.l.m.

Difficoltà medio

Scanno del Cantatore
1175 m.s.l.m.

Difficoltà medio

Monte La Raia del Pedale
1521 m.s.l.m.

Difficoltà medio

Passo della Beta e M.Gelbison 1705 m.s.l.m


Difficoltà medio

Monte Faiatella
1710 m.s.l.m.

Difficoltà medio

Monte Centaurino
1433 m.s.l.m.


Difficoltà medio

Monte Bulgheria
1225 m.s.l.m.

Difficoltà medio

Monte Cervati
1898 m.s.l.m.

Difficoltà medio alto

Tutte le mappe sono scaricabili gratuitamente dalla pagina File. Si possono utilizzare su smartphone con app di navigazione tipo QField, Avenza etc.
Si consiglia di consultare anche la pagina Escursioni per tutte le altre indicazioni già disponibili o che saranno aggiunte.

Dimensioni stampa consigliata A3 colori o come indicato sulla mappa

Tracce GPX disponibili per tutte le escursioni

Proverbi

Il sistema ha scelto un proverbio per te

32.1.Vruòcchili, gnuòcchili e priricaturi roppu Pasca nu sèrivinu chiù = Broccoli, gnocchi e predicatori dopo Pasqua non servono più.

I broccoli dopo Pasqua, in genere, non sono adatti per la cucina; gli gnocchi, una specie di pasta corta fatta in casa, sono ricchi di calorie: vanno bene nei mesi invernali, ma dopo Pasqua, considerando il lavoro che richiedono per prepararli, se ne può fare a meno; i predicatori invece servono sempre: “la fede dipende dunque dalla predicazione e la predicazione a sua volta si attua per la parola di Cristo”(Rm 10,17). La fede deve essere sempre alimentata; la predicazione è uno dei mezzi per alimentarla. Il tempo liturgico che precede la Pasqua, quello della Quaresima, serve per prepararsi alla Pasqua e quindi sono molto utili le prediche. Una volta c’erano i cosiddetti “quaresimalisti”, ossia dei predicatori che pronuncia-vano una quarantina di prediche per la preparazione alla Pasqua e special-mente sui novissimi. Oggi i “quaresimalisti”sono forse scomparsi, ma i predicatori ci sono sempre, anche se predicano poco sui novissimi.

Capitoli disponibili: 1 Proverbi sul sentimento Religioso, 2 Proverbi sulle false credenze, 3 Proverbi sul destino, 4 Proverbi sull’amicizia… altri in arrivo.
Nr proverbio + Nr Capitolo + Proverbio

Proverbi e modi di dire Rofranesi, tratti dall’omonimo libro di don Mariano Grosso. Per l’acquisto del libro oltre a poterlo effettuare dal sito web de Il Saggio Editore, si può richiedere una copia direttamente a questi recapiti ilsaggioeditore@gmail.com oppure al n. di cellulare 328.1276922. I testi vengono mostrati in maniera casuale e sono in continuo aggiornamento. Ricarica la pagina qui per leggerne un altro

Raccolta di fotografie e immagini datate

Rofrano è un comune italiano di 1.293 abitanti (Istat 01/01/2022) della provincia di Salerno, in Campania. Si trova in una zona collinare a circa 450 metri di altitudine, nell’entroterra del Cilento, ha una superficie di 63,59 km².
La storia di Rofrano è legata a quella della sua posizione geografica e al culto religioso. Situata a metà strada tra la costa tirrenica e la zona interna del Cilento e Vallo di Diano, in passato Rofrano faceva parte del Principato Citeriore Regno delle Due Sicilie, una vasta regione che comprendeva la Campania e parte della Basilicata. Durante il Medioevo, Rofrano divenne un importante centro di transito per il commercio di prodotti agricoli e artigianali, grazie alla sua posizione strategica lungo le vie di comunicazione (Via del Sale) che collegavano la costa con l’entroterra.
Nel corso dei secoli, Rofrano ha visto sorgere numerose chiese, testimonianza della sua ricca storia e della sua importanza culturale. Tra i monumenti più importanti del comune, si possono citare i resti della Chiesa di San Giovanni Battista, la Chiesa di San Nicola di Mira, la Chiesa di Santa Maria dei Martiri, e il Santuario di Santa Maria di Grottaferrata già convento di monaci Basiliani e residenza di principi e nobili feudatari. “Espulsi i Monaci, il Caraffa rideusse il Convento in propia abitazione, ch’è l’attual Palazzo Baronale, dove tuttor si veggon mattoni colle iniziali C.P. Conte Policastro, convertì in uso proprio beni della Chiesa compresi nel Feudo” Canonico Domenico Antonio Ronsini (Rofrano 23.06.1811 Rofrano † 20.09.1879). Altri edifici di particolare importanza storico-culturale sono ubicati nel centro storico. Segue una piccola raccolta fotografica che racconta una Rofrano dei tempi passati.

Raccolta d'immagini datate

Indicazioni per i raccoglitori di funghi
Numeri utili

Comune di Rofrano
0974 952031
Guardia Medica Continuità Assistenziale
Via Zamilla  0974 952533
Carabinieri Stazione di Laurito
0974 954002
Soccorso Alpino
C.A.I. Montano Antilia
331 4597777
Farmacia Piazza Cammarano, n. 23
0974 952054

Disegno veduta Rofrano da San Menale

Soldati Rofranesi Gallery of Glory

Soldati Rofranesi della Prima e Seconda Guerra Mondiale meritano di avere un posto nella memoria, per loro voglio creare una galleria fotografica con nomi e cognomi ed eventualmente le informazioni come: Corpo di appartenza, grado, campagne di guerra, medagliere, stato di servizio in generale. Ho bisogno del vostro aiuto per farlo, inviate le vostro immagini dei nonni e bisnonni all’indirizzo e-mail rofranoblogelinks@gmail.com

Se vuoi contribuire alla crescita delle informazioni che sono contenute in questo blog, puoi inviare foto, video, file, links e scritti a:  rofranoblogelinks@gmail.com, Telegram @lino80sa oppure sul canale ROFRANESI NEL MONDO